IL NOSTRO PROGETTO EDUCATIVO

Il progetto educativo del nostro nido si basa su un approccio educativo che pone al centro dei nostri studi e delle nostre osservazioni quotidiane la figura del bambino nella sua soggettività e nel suo essere unico.

Risulta fondamentale, dunque, per noi educatrici,

l'osservazione costante e continua dei suoi bisogni,dei personali interessi e delle sue predisposizioni naturali.

 

IL NOSTRO PROGETTO EDUCATIVO è PERSONALIZZATO PER OGNI SINGOLO BAMBINO E PREVEDE UN TEMA ANNUALE E 5 AREE DI INTERESSE:

 

  • L'AREA DELLA COMUNICAZIONE: sia quella verbale sia quella non verbale e, nello specifico, il linguaggio e tutte le sfaccettature connesse. In quest'area l'interesse delle educatrici si pone nei confronti della comunicazione mimica e gestuale per i più piccoli e nei confronti dello sviluppo del linguaggio per i più grandi, sollecitandolo e incentivandolo con una serie di attività specifiche volte al raggiungimento di determinati e precisi obiettivi come, ad esempio lo sviluppo della capacità di produzione (ovvero il saper raccontare brevemente una storiella tenendo le linee guida del filo conduttore di una storia, per bambini intorno ai 35-37 mesi), lo sviluppo della capacità di ascolto, l'evoluzione della capacità di produzione (ad esempio l'allenarsi nel creare ed inventare una breve storiella, magari con l'ausilio degli oggetti del nido, marionette, pupazzi, ogetti della cucina, ecc..), la capacità di riconoscere e/o individuare elementi mimico-gestuali e altri sotto obiettivi, che vengono concordati e scelti insieme anche in base alle esigenze e le necessità dei bambini.
  • L'AREA DEL MOVIMENTO: è l'area che riguarda la parte più specificatamente psicomotoria delle attività; l'attenzione delle educatrici, in questo caso, si focalizza su tutto quello che è il movimento. Alcuni obiettivi che si possono osservare, sono: lo sviluppo della capacità di partecipare ad un'attività psicomotoria guidata (si propone un percorso psicomotorio guidato con l'utilizzo dei materassi della psicomotricità differenziato per gradi e livelli a seconda delle età dei bambini) e si verifica se il bambino porta a termine tale percorso, l'evoluzione dell'uso dell'oggetto nel gioco psicomotorio (come un oggetto viene utilizzato all'interno di gioco strutturato), lo studio del ''vissuto emotivo'' nel gioco psicomotorio (cosa suscita emotivamente nel bambino un determinato gioco psicomotorio), lo sviluppo e la capacità di condividere il gioco psicomotorio (attenzione concentrata sulla socialità del bambino).
  • L'AREA DELL' AUTONOMIA: quest'area si concentra prevalentemente su tutto quello che riguarda la socializzazione dei bambini e la loro partecipazione alle attività proposte. Alcuni obiettivi sono: lo sviluppo della capacità di giocare con gli altri, lo sviluppo della capacità di partecipare alle attività proposte, lo sviluppo autonomo a tavola, nel bagno e nella zona armadietti (osservazione questa che viene portata avanti pressochè quotidianamente) e altri ancora.
  • L'AREA DELLA CREATIVITA': quest'area è dedicata a tutte quelle attività nella quale vengono sperimentati i materiali e gli strumenti più svariati, con le tecniche di approccio ad essi più consoni ad incuriosire, coinvolgere ed attirare il bambino. Alcuni obiettivi che vengono osservati in questo campo d'azione sono: lo sviluppo della tecnica della manipolazione dei diversi materiali, lo sviluppo della tecnica degli impasti, lo sviluppo del linguaggio pittorico e altri ancora.
  • L'AREA DELLE CONNESSIONI LOGICHE: la quinta ed ultima area, l'area delle scoperte,delle connessioni logiche e consequenziali delle azioni e delle cose e al perchè delle cose. Alcuni obiettivi possono essere: lo sviluppo della capacità di porre in relazione logica gli oggetti (ad esempio predisporre dei contenitori vuoti nella stanza arcobaleno e dare un'indicazione di colore del contenitore, osservare se il bambino pone nei contenitori stessi gli oggetti secondo il colore giusto; sonaglino rosso dentro al contenitore rosso...etc), lo sviluppo della capacità di osservare il mondo circostante ed essere incuriositi da esso (anche attraverso l'utilizzo dei nostri cartelloni sul meteo e sulle stagioni).

 

 

 

Share by: